Aree

Sogna e prendi il largo!

Una settimana intensa..! anche quest’anno siamo tornate a Gallio per vivere un po’ del nostro tempo con i bambini della Comunità Educativa per minori “Casa Nostra” di Dolo. Tra volti nuovi , chi tornava per il secondo anno, e chi è stato con noi qualche giorno, abbiamo condiviso la vita quotidiana con i bambini, tra la tavola e i letti da fare con lunghi giochi a carte e una grande sfida da affrontare: costruire una barca per poi poter partire tutti insieme verso una nuova avventura! L’acqua di certo non è mancata.. ma la gioia ha contagiato le nostre giornate! E insieme è stata una vera e propria impresa costruire con cartoni, tempera e pennelli un’imbarcazione tanto grande da poterci contenere tutti. Vi starete domandando perché proprio una barca??? Il nostro compagno di viaggio è stato San Pietro che ha accompagnato i bambini, e anche noi giovani in un tempo di forte riflessione personale. Ci ha invitate a riscoprire il nostro essere un tutt’uno amato da Dio nella sua bellezza, e fatto per AMARE. Il deserto personale per pregare… le piccole celebrazioni, le condivisioni e il tempo passato a “raccontarci” hanno scombussolato il cuore di tutti…nessuno è tornato come prima di partire! Abbiamo toccato con mano quanto Dio vuole bene ai bambini che abbiamo incontrato, un gruppo di giovani ragazzi ci ha regalato una giornata speciale, con macchine e pulmini sono venuti a prenderci a casa e dopo una bella passeggiata ci hanno offerto il pranzo in rifugio, ci siamo sentite un po’ amate anche noi! Vedere come vivono da fratelli e sorelle, come si preparano per le feste di compleanno tra loro, come si prendono cura anche del più piccolo, è stato per noi bello.. ci ha insegnato tanto, come l’incontro con un ragazzo che da piccolo ha vissuto in comunità ed è tornato per qualche giorno per stare con i bambini e le sorelle che si occupano di loro: il suo tornare e dire GRAZIE ci ha fatto cogliere quanto prezioso e indispensabile è il servizio delle sorelle che dedicano tutta la loro vita e il loro tempo per questi bambini. Anche nel nostro cuore c’è un piccolo GRAZIE: grazie a Gesù che ci ha attirate, e ci ha regalato tutto questo, grazie a chi ci ha accompagnate in questa esperienza e alle sorelle che hanno fatto spazio in casa e “in famiglia” per accoglierci, grazie ai bambini che non vedevano l’ora di vivere questa nuova settimana di campo scuola e ci hanno fatto sentire “volute bene”. A voi vogliamo lasciare ciò che abbiamo scoperto: “occorre imparare a fidarsi dei sogni di Dio! E il sogno di Dio su di me è il compimento di una promessa, è ciò che diceva don Giovanni Antonio: tenere i piedi nel mondo e spingere il cuore in cielo…”.

Sara, Agata, Elisabetta, Gloria e Annika 
 
 
 
Esci Home