Rubriche

"Discernimenti romani"

Le giovani in formazione e il loro percorso di discernimento

   “Discernimenti romani”

Settimana conclusiva del percorso di discernimento

 28 febbraio- 5 marzo

 

Da ottobre 2015, noi postulanti con sr Paola, abbiamo frequentato un corso di “Psicologia della personalità e della vocazione” con don Nico Dal Molin, direttore dell’Ufficio  Nazionale per la Pastorale delle Vocazioni, e con i ragazzi dell’anno propedeutico di Vicenza, Rovigo e Padova. Dal 28 febbraio al 05 marzo 2016 siamo andate una settimana a Roma per concludere il corso.

A Roma le nostre giornate erano così scandite:

alcune mattine avevamo le lezioni di psicologia con don Nico, altre con i suoi collaboratori: con p. Antonio cos’è il discernimento e come farlo e con Teresa cos’è la CEI e di cosa si occupa l’Ufficio delle Vocazioni.



I pomeriggi andavamo a visitare alcuni posti a Roma: Quirinale, Palazzo Farnese,Santa Maria Maggiore, la Necropoli di San Pietro, siamo passati per la Porta Santa e così abbiamo fatto il nostro Giubileo! È stato davvero emozionate il passaggio della Porta perché abbiamo avuto modo anche di vivere il sacramento della confessione.

Nei tempi liberi ci siamo staccati dal gruppo e andavamo a visitare altri luoghi non previsti nel programma come il Colosseo, la Fontana di Trevi, il Pantheon, Piazza Navona e tante altre piccole chiese, non note al turismo religioso.

Ci è piaciuta tanto la tomba di San Pietro anche perché forse era l’unica occasione per vederla. Eravamo tutti emozionati, potevamo quasi toccare la fonte della nostra fede. Là abbiamo riascoltato le parole di Gesù rivolte a Pietro. “Mi ami tu?.. seguimi”. La tomba di San Pietro si trova molti metri sotto l’altare centrale della basilica di San Pietro. Là abbiamo pregato per i nostri cammini, per la Chiesa, per il Papa e tutti i vescovi e sacerdoti che, come Pietro, hanno il compito di guidare la Chiesa.

Una sera siamo andate a cena dalle nostre suore di v. Nomentana. Le suore ci hanno accolto con cuore aperto e hanno preparato per noi la cena! È stato bello condividere anche con loro quest’esperienza!

La sera successiva siamo andati tutti insieme in parrocchia di Sara e anche lì c’è stato un bel momento di condivisione e fraternità con i parrocchiani!

L’ultimo giorno l’abbiamo dedicato alla visita del quartiere di Trastevere dove abbiamo conosciuto la realtà della comunità di Sant’Egidio che si dedica da tanti anni ai poveri e, con il loro lavoro, contribuiscono alla pace nel mondo.

Anche se abbiamo imparato tante cose e abbiamo scoperto una Roma stupenda, la cosa più bella è stata stare insieme! Con i ragazzi ci siamo conosciuti meglio, abbiamo creato relazioni fra noi, abbiamo pregato insieme sentendoci Chiesa, abbiamo raccontato le nostre storie di vocazione, le nostre esperienze di Dio e della vita!

Ringraziamo sr Emma, nostra Madre Generale, e il suo Consiglio per averci donato la possibilità di fare quest’esperienza davvero arricchente! Inoltre i nostri ringraziamenti vanno alla nostra comunità di Casa Sacro Cuore che ci ha accompagnate e condiviso virtualmente il nostro pellegrinaggio, e la comunità di Roma che ci ha accolto in modo straordinario!

 Agata, Sara, Anna


 
Esci Home