Aree

Una fame più grande...!

Campo Scuola ragazzi Istituto Farina Vicenza

UNA FAME ...più grande!   

Campo scuola ragazzi 2015

 

Expo 2015: un avvenimento mondiale che non poteva lasciarci indifferenti. Per tale motivo quest'anno il campo scuola dei ragazzi dell'Istituto Farina di Vicenza ha scelto come tematica proprio Expo 2015. Il 2 luglio partiamo, come al solito carichi di bagagli, di scatoloni e di oggetti di ogni tipo: non si contano le chitarre e gli strumenti musicali! Più di qualche passante che attraversa via IV Novembre si chiede se quella che sta partendo è una comitiva di ragazzi o una band musicale!

Dopo un tranquillo viaggio, durante il quale ci lasciamo alle spalle la frenesia e il caldo della città, ci ritroviamo immersi nel verde e nella bellezza incantevole della Valle Aurina: una delle ultime vallate dell’Alto Adige.

Facciamo presto a scaldare i motori: la prima serata il gruppo è già molto affiatato anche se siamo una compagnia molto eterogenea! Cinquantaquattro ragazzi dalla quinta elementare alla terza media, più dodici animatori tra i quali volentieri ricordiamo le belle “Giulia”, i simpatici Giovanni, Luca e il maestro Leonardo, i fantastici papà (gemelli diversi!) Stefano e Riccardo, le mamme Teresa e Cristina, la prof Roberta e le immancabili suor Alba e Suor Elena! E che dire dell’eccezionale staff impegnato in cucina? Da far invidia ai migliori ristoranti della zona! Impagabili davvero! Ci fanno gustare dei pranzetti succulenti e nutrienti: il giusto ristoro dopo le nostre passeggiate.

“Una fame più grande” è un percorso che, partendo dall’importanza del cibo e dell’alimentazione ci porta a riflettere sul valore dello stare insieme a tavola, sulla significatività della condivisione senza dimenticare  la buona abitudine di imparare a ringraziare per “il pane quotidiano” e ad evitare i capricci e le smodatezze nel mangiare, come anche gli sprechi. Dunque al centro del nostro campo scuola non c’è soltanto il cibo ma anche il rapporto con Dio e con il creato per impegnarci a riscoprire ciò che davvero nutre la nostra vita; e infatti il culmine della nostra riflessione è sulla scelta di Dio di farsi nostro cibo nell’Eucarestia e sul suo invito a farci noi stessi pane per i fratelli: “date loro voi stessi da mangiare” (Mc 6, 37). Non a caso a fare da fil rouge è il brano della moltiplicazione dei pani e dei pesci tratto dal Vangelo secondo Giovanni (Gv. 6, 1 – 13)

Momenti indimenticabili, oltre alla costruzione dell’albero della Vita, anche la Visita a Castel Tures e la passeggiata alle fresche Cascate di Riva ma soprattutto le due giornate immerse nel verde: una al Lago di Braies e l’altra al Klausberg: una zona a 2000 metri di altitudine (raggiunta in funivia) circondata da massicci montuosi che superano i tremila metri: davvero un incanto!

Grazie Signore per la splendida esperienza che ci hai donato! Aiutaci a farne tesoro …

I ragazzi del campo scuola Farina 


 
Esci Home